Anonim
Image Lo Stamba Hotel è diventato un hub per la scena del design della Georgia Il gruppo alberghiero Adjara "sta giocando un ruolo cruciale" nel rinascimento culturale della Georgia, affermano i creativi

Il gruppo di ospitalità georgiano Adjara si è fatto un nome convertendo i brutali edifici dell'era sovietica in hotel boutique, tra cui il premiato Stamba Hotel di Tbilisi. Ha anche contribuito a coltivare una nuova generazione di talenti creativi georgiani.

Artisti e designer locali affermano che il supporto del gruppo ha contribuito a elevare le industrie creative del paese.

"L'importanza di Adjara Group è enorme", ha dichiarato Tamuna Gvaberidze, gallerista e consulente di design della capitale georgiana Tbilisi. "Hanno creato uno stile di vita e fornito un hub per le persone creative".

La Georgia, che si trova tra l'Europa e l'Asia nella regione del Caucaso meridionale, è attualmente considerata una delle destinazioni di viaggio più calde del mondo e ospita una delle scene creative più vivaci.

Gli hotel "hanno avuto un ruolo cruciale" nel risveglio culturale della Georgia

Adjara Group ha aiutato entrambi, ha affermato Gvaberidze, che gestisce la galleria Window Project nella capitale.

"Non seguono le normali regole commerciali degli hotel", ha detto. "Contribuiscono molto alla scena artistica georgiana, allo sviluppo del turismo e alla crescita dell'intero paese".

"Progetti come gli hotel Stamba e Rooms hanno svolto un ruolo cruciale nella rinascita culturale e nello sviluppo del nostro Paese in molti modi", hanno concordato Nata Janberidze e Keti Toloraia dello studio di design Rooms Design di Tbilisi, che ha descritto l'approccio del gruppo come "anticonformista".

Image Le proprietà del gruppo Adjara includono il pluripremiato Stamba Hotel di Tbilisi

Ma c'è una logica commerciale dietro questo approccio, secondo il CEO del gruppo Adjara Valeri Chekheria.

"Ovunque tu vada, tutti gli hotel internazionali offrono esattamente la stessa esperienza", ha detto. "Quando ti svegli, non sai in quale città ti trovi. In Georgia, vogliamo che le persone vivano questa esperienza locale con il cibo e la cultura locali."

Adjara mira a contribuire a promuovere la cultura georgiana

L'obiettivo è presentare ai visitatori la cultura georgiana contemporanea, ha affermato Levan Berulava, amministratore delegato del gruppo.

"Supportiamo gli artisti locali, offriamo loro spazi, offriamo loro tutte le opportunità per la loro ambizione", ha affermato. "Invitiamo molti musicisti a venire e rimanere nei nostri posti per aiutare a sviluppare i club e la scena musicale".

"I nostri spazi pubblici sono utilizzati anche per eventi pop-up non commerciali, conferenze pubbliche e così via."

Gli hotel del gruppo, che includono anche il Rooms Hotel e l'ostello Fabrika a Tbilisi, e un altro Rooms Hotel a Kazbegi, nel nord montuoso del paese, sono tutte conversioni di spartani edifici istituzionali costruiti quando la Georgia era una repubblica dell'Unione Sovietica.

Image L'ostello Fabrika comprende spazi per eventi pop-up non commerciali

Un'ala non sviluppata dello Stamba Hotel è riservata allo spazio libero in studio per artisti e designer. Chiamato Stamba D Block, questo piano ospita talenti spigolosi come il designer e rapper Max Machaidze e l'organizzazione artistica Propaganda Network e ospita mostre e concerti sperimentali.

Incarica architetti e designer locali di collaborare con il suo studio di design interno, Adjara Arch Group.

Il primo hotel a marchio proprio del gruppo, Rooms Hotel a Kazbegi, è stato una collaborazione con Rooms Design, che stanno anche lavorando agli interni dell'ultima impresa del gruppo, Rooms Hotel Kokhta, che dovrebbe aprire entro la fine dell'anno.

Ciascuno degli hotel del gruppo Adjara ha un'uniforme progettata in collaborazione con un designer locale

L'azienda collabora con stilisti locali per creare divise per il proprio personale e ha un "atelier di hotel" con sede presso lo Stamba Hotel che impiega una dozzina di designer e sarti sotto la direzione del costumista Tinatin Kvinikadze. Le uniformi vengono create per ogni nuovo hotel e gli stili cambiano con le stagioni.

"Lavoriamo con diversi stilisti georgiani", ha dichiarato Chekheria. "Collaboriamo con loro ogni stagione".

Il gruppo lavora con agricoltori locali per produrre prodotti per i suoi ristoranti e ha lanciato il proprio programma agro-imprenditoriale, acquistando oltre 4.000 ettari di terreni agricoli a Kakheti nella Georgia orientale per coltivare cibo per i suoi ristoranti e sviluppare un progetto parallelo di agro-turismo .

Image La prima fattoria verticale coperta della Georgia si trova nello Stamba Hotel

Allo Stamba Hotel ha creato la prima fattoria verticale coperta della Georgia. Sotto la guida dell'imprenditrice Tusya Gharibashvili, l'installazione di 200 metri quadrati presenta sette livelli che coltivano verdure, bacche e insalata, utilizzando il 75% in meno di acqua rispetto ai metodi agricoli tradizionali e fornendo all'hotel prodotti freschi e biologici.

Il gruppo supporta anche le istituzioni culturali locali, tra cui la Biennale di architettura di Tbilisi, ha contribuito a organizzare il Tbilisi Photo Festival e sta creando un museo fotografico presso lo Stamba Hotel.

Gigi Shukakidze, co-fondatore della Biennale di architettura di Tbilisi, ha dichiarato che il gruppo ha "contribuito notevolmente" alla scena creativa locale. "Sono stati supportati numerosi festival, conferenze pubbliche e opere di singoli artisti", ha detto.

Il gruppo Adjara è cresciuto notevolmente dal primo hotel nel 2010

Lanciato subito dopo la traumatica guerra della Georgia del 2008 con la Russia, che ha provocato l'occupazione in corso di una parte del paese da parte del suo enorme vicino, Adjara Group è arrivato a incarnare lo spirito indipendente e individualista del paese.

La società, ora il più grande gruppo di ospitalità in Georgia, ha aperto il suo primo hotel nel 2010, quando ha ottenuto un franchising per creare un Holiday Inn nella capitale Tbilisi.

"Abbiamo fondato il gruppo nel 2010, dopo la guerra", ha dichiarato Chekheria a Dezeen. "È stato un momento molto difficile per la Georgia, quindi avevamo bisogno di un po 'di fiducia da parte dei clienti. All'epoca non volevano alloggiare in hotel locali, quindi abbiamo acquistato il primo franchising Holiday Inn in Georgia."

Lavorando con Rooms Design, hanno trasformato l'Adjara in epoca sovietica in una destinazione più elegante e contemporanea rispetto al tipico hotel della catena internazionale.

Image Rooms Hotel a Kazbeki è stato il primo hotel del paese a diventare membro della rete Design Hotels

Hanno lanciato il loro prossimo progetto da soli, convertendo un sanatorio abbandonato di epoca sovietica con vista sul monte Kazbek nel primo Rooms Hotel.

"Quando siamo andati lì era solo la struttura dell'edificio e come tutto il resto è stato distrutto", ha detto Chekheria. "Abbiamo trovato i vecchi disegni architettonici e abbiamo mantenuto la struttura dell'edificio."

L'esterno dell'hotel è stato rivestito in legno mentre l'interno è decorato in uno stile eclettico basato sugli interni di New York, con ampi spazi pubblici a pianta aperta, pavimenti in legno grezzo e un mix di mobili vintage e contemporanei.

"È ispirato a New York negli anni '30", ha dichiarato Chekharia.

L'hotel, il primo in Georgia a diventare membro della rete Design Hotels, è diventato un successo immediato ed è stato seguito da un secondo Rooms Hotel nel quartiere Vera di Tbilisi, in un'ala di una casa editrice abbandonata dove sono stati stampati giornali comunisti.

Ogni progetto progettato per essere "super locale"

Lo Stamba Hotel, che occupa un'altra ala dello stesso edificio e prende il nome dalla parola georgiana per la stampa, inaugurato nel 2018. L'atrio dell'hotel conserva il drammatico vuoto di cemento multipiano dell'edificio originale e i nastri trasportatori che hanno spostato i giornali come sono stati stampati. È stato nominato New Concept of the Year agli AHEAD international hotel awards.

Precedentemente, lavorando con Multiverse Architecture, hanno trasformato una ex fabbrica di abbigliamento nel quartiere Chughureti di Tbilisi in Fabrika, uno spazio multifunzionale che contiene un ostello, uno spazio di co-working, studi e bar.

In ogni progetto l'approccio è stato simile. "L'idea è quella di rinnovare il vecchio", ha detto Berulava.

"Cerchiamo luoghi con una storia alle spalle, questo brutalismo sovietico, e manteniamo l'anima e mostriamo la loro storia", ha detto Chekheria. "E pensiamo che dovrebbe essere super locale ogni volta, molto locale per il luogo, sia che si tratti di un villaggio, della campagna o di una città."

Image Max Machaidze ha creato vasi per piante da isolatori in ceramica presso lo Stamba Hotel

L'imminente hotel Rooms Hotel Kokhta, tuttavia, situato nella stazione sciistica di Bakuriani, sarà la prima impresa di nuova costruzione del gruppo. Nata Janberidze e Keti Toloraia di Rooms Design, che stanno lavorando agli interni, hanno dichiarato che il progetto sarà "diverso da tutto ciò che hai visto prima".

Il gruppo è di proprietà di Temur Ugulava, che fornisce gran parte della visione creativa per gli hotel e altri progetti, tra cui ristoranti e bar.

Janberidze e Toloraia descrivono l'Ugulava come "un imprenditore fantastico e visionario, ma anche un designer eccellente".

"È un ragazzo super creativo", ha concordato il designer Max Machaidze, che ha lavorato con Ugulava allo Stamba Hotel, fornendo opere d'arte e oggetti tra cui gli enormi isolatori in ceramica vintage che fungono da vasi per piante in tutto il locale e il pilone elettrico che si trova nel cortile.

"Ha progettato il tutto da solo e lo stavo assistendo. È stato come un processo di scambio di pensieri da ping-pong."

Il gruppo Adjara intende espandersi a livello internazionale

Altri due hotel sono in programma per la costa georgiana del Mar Nero, ma il gruppo Adjara prevede di portare il loro concetto in America.

"Siamo pronti per diventare internazionali e pensiamo che sia un buon momento per andare e fare qualcosa a New York", ha dichiarato Chekharia. "Siamo stati lì un paio di volte a cercare alcuni edifici".

Chekharia e Berulava hanno entrambi vissuto a New York prima nella loro carriera e affermano che la città è stata fonte d'ispirazione per i loro progetti di ospitalità nel loro paese d'origine.

"Abbiamo vissuto in una zona arretrata qui negli anni '90 quando è crollata l'Unione Sovietica", ha detto Chekharia. "È stato un periodo molto buio. Quando sei a New York, dove hai una buona istruzione e una buona esperienza, arriva il momento di ripagare il tuo paese."