Anonim
Image Jenny Nordberg utilizza un processo incontrollabile per creare mirror unici in meno di cinque minuti

Questi specchi d'argento sono stati creati ciascuno dalla designer svedese Jenny Nordberg in meno di cinque minuti, utilizzando un processo tradizionale che coinvolge liquido a infusione chimica.

Nordberg ha presentato gli specchi alla Stockholm Design Week nella sua prima mostra personale, denominata Fluid Add-Ons.

Li crea adattando una tecnica speculare risalente al XIX secolo. Usando argento liquido, prepara una soluzione chimica, quindi la versa su una lastra di vetro e la lascia sviluppare.

La soluzione evapora rapidamente, lasciando un sottile strato di argento sulla superficie del vetro. Ma poiché il liquido non viene mai distribuito su tutta la superficie del vetro, ogni processo si traduce in uno specchio con un'estetica unica.

"Sono affascinato da questo concetto di essere fuori controllo", ha detto Norberg a Dezeen.

"Non riesco a decidere come andranno a finire, mi limito a versare il liquido e poi il liquido decide", ha spiegato. "Sembra prima l'acqua, e poi si trasforma magicamente in uno specchio dopo pochi minuti."

Image

Nordberg ha trascorso sei mesi a ricercare e sperimentare per sviluppare la sua tecnica - così sta mantenendo il metodo e la formula esatti sotto controllo. Ma paragona il processo al metodo di sviluppo della fotografia analogica circa 200 anni fa.

Il progetto costituisce una continuazione del progetto da 3 a 5 minuti di Nordberg, presentato alla Stockholm Design Week nel 2015.

Image

Cercando di scoprire se è possibile realizzare a mano oggetti di arredamento interessanti a velocità di produzione in serie, si è trasformata "in una macchina". La sua regola autonoma era che ogni pezzo doveva essere prodotto in 3-5 minuti.

"La produzione di massa non è mai stata il mio genere di cose", ha detto, spiegando le sue ragioni alla base del progetto.

Image