Anonim
Image L'edificio rivestito di piastrelle di Lundgaard e Tranberg ospita rovine medievali in Danimarca

Un enorme tetto di tegole di argilla avvolge i resti di un monastero del XII secolo in questo progetto di Lundgaard & Tranberg Architects, che è stato nominato per il premio Mies van der Rohe di quest'anno.

Image

La ditta di Copenaghen collocò l'edificio Kannikegården sulle rovine millenarie di Ribe, in Danimarca, che si trovano su un lato della piazza della città.

Image

Sia le pareti che il tetto sono rivestiti con piastrelle di argilla. Colonne di legno sollevano la struttura del tetto a due spioventi sopra le fondamenta del monastero di Agostino Canonico.

Gli scavi archeologici hanno anche scoperto i resti del più antico cimitero cristiano del paese dall'800 d.C. - un periodo in cui il paese stava passando dai vichinghi all'età cristiana. I vetri posti tra le colonne danno una vista nello spazio dalla piazza.

"Il compito del progetto ha dovuto affrontare una sfida speciale: scoperte antiche, che ci raccontano la storia danese negli ultimi mille anni, sono state trovate sul cantiere", hanno detto gli architetti.

"Il semplice volume rivestito di mattoni si libra sopra il piano della città per esporre un piano terra aperto con una rovina di mattoni di 1.000 anni integrata all'interno", hanno aggiunto. "La rovina, così come il rivestimento moderno, trasmettono storie di eredità culturale e storica."

Image

La scala e l'inclinazione del tetto si basano sull'architettura della piazza e si assottigliano verso sud per garantire che la luce del giorno raggiunga ancora l'edificio esistente. C'è anche un cortile piantato qui.

"Il progetto traccia diversi fili nel luogo del patrimonio culturale e storico, dove il passato incontra il presente", hanno affermato gli architetti.

"È un interessante punto simbolico che la rovina di mattoni, in virtù della sua funzione originale di refettorio dell'antico monastero, è un lontano antenato del nuovo edificio."

Oltre a proteggere gli scavi archeologici, l'edificio ospita anche funzioni per il consiglio e il personale della chiesa, oltre a servire da spazio per eventi per conferenze, concerti e proiezioni di film.