Anonim

Friends of Steel e Miklimeir di Katrin Olina

La designer di Reykjavik Katrin Olina ha creato una gamma di mobili realizzati con tubi di acciaio piegato e un tappeto raffigurante un mago immaginario.

Chiamato Friends of Steel, l'arredamento comprende uno sgabello, un tavolo, uno specchio, una libreria e un mobile, tutti piegati in acciaio in Islanda.

Il tappeto è prodotto dal marchio danese Ege e combina strati di flora e fauna con simboli e creature derivati ​​dalla cultura islandese e dalle opere precedenti di Olina.

Vedi altri lavori di Olina su Dezeen »

Le foto sono di Glamour Et Cetera.

Ecco alcuni dettagli in più di Katrin Olina:

La graphic designer e designer islandese Katrin Olina ha recentemente pubblicato una serie di mobili in acciaio piegato e un tappeto stampato basato sul mago Miklimeir, un personaggio immaginario che è emerso dal suo lavoro multidisciplinare.

Gli ultimi progetti di Olina consistono in un grande tappeto stampato di 18 m2 prodotto dal produttore danese Ege e una serie di mobili in acciaio piegato. Il tappeto raffigura la performance creativa del mago Miklimeir che scorre visivamente attorno alla figura di 8. Il pezzo è ricco di simboli e riferimenti sia della storia culturale che delle altre opere di Olina.

"Tutto inizia con il pericoloso quadrato nero e il vuoto al suo interno. Vuole solo espandersi e l'esplosione immaginaria dà alla luce una creatura chiamata Miklimeir. Viene visto sospeso a mezz'aria, grandi occhi e un sorriso a trentadue denti in aria in un atto di gioia. Sta per entrare in una canzone e riprendere il giardinaggio magico per produrre creature dagli angoli più strani dell'esistenza. Quindi incorona la sua magnifica struttura con il meraviglioso fiore gonfio ", spiega Olina.

I mobili, che Olina chiama Friends of Steel, si legano al tappeto mentre derivano dal mondo di Miklimeir. La serie comprende la libreria Bookdog, lo sgabello Puffa, il tavolo Black Lady, lo specchio e il mobile Black Box. Secondo Olina, i mobili sono strutture in acciaio piegate di base, ma ognuna ha un carattere particolare, come lettere di un alfabeto o personaggi dei mondi visivi che ha creato. Sono stati prodotti da un'officina siderurgica locale in Islanda e si basano sui rigidi processi di piegatura dell'acciaio.